Nessuna valutazione
18 Visite

Info Evento

PARCO NAZIONALE DELLA SILA
San Giovanni in Fiore
Apr 30
2017

Dettagli evento

Aggiungi al calendario 04/30/2017 06:30:00 05/01/2017 18:00:00 Europe/Paris PARCO NAZIONALE DELLA SILA – Festa della Pita e Escursione su Monte Sparviere PARCO NAZIONALE DELLA SILA e2padmin false MM/DD/YYYY

EVENTO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
POSSIBILITA’ PER I NON SOCI DI PARTECIPARE ALLE ESCURSIONI TRAMITE PRENOTAZIONE.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI SULLE PRENOTAZIONI E SUOI COSTI: https://ulterioreprima.wordpress.com/prenotazioni-e-info/
OPPURE INVIARE MESSAGGIO PRIVATO SULLA PAGINA UlteriorePrima

Domenica 30 aprile

0re 06:45 partenza da Lamezia Terme
Ore 9:30 circa arrivo ad Alessandria del Carretto e sistemazione in Ostello( solo prenotati)*
Ore 10:00 inizio escursione per andare incontro alla Pita e nel pomeriggio ritorno al paese seguendo la Pita (circa 5 ore ritorno). Si ritornerà ad Alessandria del Carretto nel pomeriggio dove il resto della giornata proseguirà con la festa nel paese. Necessario portarsi un bicchiere o una tazza per il vino
**Sera Cena in Ostello (solo prenotati)
*Pernotto in Ostello (solo prenotati)

***Possibilità per chi vuole di dormire in tenda. Allestiremo un piccolo campo base nei pressi dell’ostello o dove sarà possibile

La Festa della Pita si svolge durante l’ultima domenica di aprile. Un grosso abete, pitë nel vernacolo alessandrino, viene tagliato nelle montagne del Massiccio del Pollino e trascinato a braccia fino al paese. Il trasporto è accompagnato da vino locale, canti, balli e suoni di zampogne, organetti e tamburelli. Il giorno che precede la festa del santo patrono sant’Alessandro, l’albero viene privato della corteccia e lavorato con pialletti per renderlo levigato. Il mattino del 3 maggio l’albero, cui si è aggiunta la cima adornata con prodotti locali, viene sollevato. Viene, in pratica, creato un albero della cuccagna. Per vincere i premi il concorrente deve scalare senza alcun attrezzo l’albero, ed una volta arrivato in cima prendere più premi che può. Tutti i preparativi e la festa sono accompagnati dalla degustazione di vini e dalle musiche locali.

****Lunedì 1 maggio

Colazione presso l’ostello.
Ore 09:00 inizio escursione su Monte Sparviere

Località di partenza: Rifugio Tappaiolo 1280 m S.l.m.
Località di arrivo: Vetta Monte Sparviere 1713 m S.l.m.
Tipologia: anello
Tempo di percorrenza: 7 h
Distanza: 14 km
Dislivello: 653 m
Quota di partenza: 1280 m S.l.m.
Quota di arrivo: 1713 m S.l.m.
Difficoltà : E Escursionistica
Segnaletica: Presente
Rifornimento idrico: Presente

Attrezzatura Obbligatoria: scarpe da trekking, zaino, cappello, pile o giacca a vento, acqua, pranzo al sacco.
Attrezzatura Consigliata: macchina fotografica,poncho, indumenti di ricambio

Descrizione

Il monte Sparviere è un rilievo della catena orientale del massiccio del Pollino, situato al confine tra la Calabria e la Basilicata. Il suo crinale occidentale ricade nel territorio di Terranova del Pollino (in provincia di Potenza), mentre il suo crinale orientale è situato nel territorio di Alessandria del Carretto comune più vicino. Il nome Sparviere o Sparviero deriverebbe dall’omonimo uccello (Accipiter nisus), il quale rapace si trova raramente nei paesi meridionali d’Europa, nidificando solo in aree di alta montagna, alle soglie dei 2.000 m. Gli esemplari di sparviero nidificano nell’appennino meridionale esclusivamente sui monti del Pollino, nei rilevi del Sirino e più raramente della Sila, sebbene sia spesso confuso con il suo principale sosia e antagonista, l’astore (Accipiter gentilis). È la vetta principale del gruppo dello Sparviere (o monti dello Sparviere o monti della Prevìtera), di cui fanno parte anche il Timpone della Neviera (1.578 m), il Timpone Tacca Peppino (1.679 m), il Timpone della Rotondella (1.666 m), il Timpone Bardisce (1.679 m), il Cozzo Sarcone (1.578 m), il Timpone la Bruscata (1.415 m), la Serra di Paola (1.386 m), il Capo dell’Olmo (1.339 m), il Timpone Montillo (1.207 m) e la Serra di Lagoforano (1.628 m).Il monte Sparviere è costituito da due pendici con conformazioni molto differenti: la pendice calabrese e la pendice lucana. Numerosi sono i boschi e la flora spazia dal cerro all’ontano napoletano, dal tiglio al frassino, dall’olmo al pioppo tremolo dal puno selvatico al bellissimo, ma ormai raro, abete bianco o pita (utilizzato da sempre durante la caratteristica festa della Pita). Cosa molto particolare e unica in Italia è la presenza di 6 specie differenti di acero: Acer opalus, Acer monspessulanum, Acer campestre, Acer lobelii, Acer pseudoplatanus, Acer platanoides; questo costituisce un grande primato nell’ambito forestale, botanico e paesaggistico. ( Fonti Wikipedia)

*Conferma e quota per prenotazione ostello.
**Cena in ostello solo per i prenotati
***C’è la possibilità di montare la tenda nei pressi dell’ostello.
****Possibilità di fare solo l’escursione del 1 Maggio e appuntamento direttamente ad Alessandria del Carretto alle ore 8:30

Gli orari per il momento sono indicativi e potranno subire delle variazioni.
POSSIBILI VARIAZIONI SARANNO TEMPESTIVAMENTE PUBBLICATE SU QUESTO EVENTO SULLA PAGINA UlteriorePrima E SUL CANALE TELEGRAM https://t.me/Calabria_UlteriorePrima
PARCO NAZIONALE DELLA SILA - Festa della Pita e Escursione su Monte Sparviere

PARCO NAZIONALE DELLA SILA
PARCO NAZIONALE DELLA SILA

Via Nazionale - Lorica, 87055
San Giovanni in Fiore,